Credit: Engin Akyurt/Pexels

Le bottiglie di plastica riciclata sono un pericolo per la salute

Ultimo aggiornamento il 10 gennaio 2024 da Vita Ecologica

Molti di noi si sono abituati a riciclare la plastica. Mettere le bottiglie di plastica nel cestino potrebbe farvi sentire bene. Potreste anche essere rimasti piacevolmente sorpresi quando avete comprato una bottiglia di plastica al negozio che era fatta di plastica riciclata "50%, "70%" o addirittura "100%".

La verità è che riciclare la plastica è sicuramente meglio per il pianeta che produrne di più. Si prevede che la produzione globale di plastica triplicare entro il 2050È certamente giusto considerare le opzioni di riciclaggio e di economia circolare.

Tuttavia, secondo un nuovo studioLe bottiglie di plastica riciclate possono rilasciare nei liquidi contenuti sostanze chimiche molto più pericolose rispetto a quelle non riciclate. I ricercatori hanno dimostrato che alcune bottiglie d'acqua riciclate presentavano livelli non sicuri di 18 diverse sostanze chimiche, tra cui il bisfenolo A (BPA), che, tra le altre cose, può causare problemi di salute. cancro, problemi cardiovascolari e difficoltà riproduttive.

I ricercatori affermano che le sostanze chimiche della plastica possono fuoriuscire dalla plastica durante il processo di riciclaggio. Queste sostanze chimiche possono poi fuoriuscire nei liquidi che contengono. Nel 2018, quando l'UE ha approvato oltre 100 nuovi Molti gruppi ambientalisti hanno avvertito che queste pratiche non avrebbero impedito la fuoriuscita di quantità pericolose di sostanze chimiche nei contenitori per alimenti. Nonostante ciò, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare rivendicato che questi processi siano privi di rischi.

PET (polietilene tereftalato)

Il PET (polietilene tereftalato) è il terzo tipo di plastica più utilizzato negli imballaggi per alimenti e bevande. Viene spesso utilizzato nelle bottiglie monouso per bevande. Queste bottiglie monouso sono anche tra i tipi più comuni di rifiuti in plastica, il che ha dato il via a diverse campagne per aumentare i tassi di riciclaggio del PET.

Secondo una recente direttiva dell'UE, entro il 2030 le bottiglie in PET dovranno contenere almeno 30% di materiale riciclato. Tuttavia, il PET è anche noto per essere fonte di una serie di inquinanti chimici pericolosi, come il bisfenolo A (BPA).

I ricercatori chiedono che il processo di riciclaggio venga riformato con quello che definiscono un processo di riciclaggio "super pulito". Le materie plastiche vengono già pulite prima del riciclaggio, ma questo processo richiede un processo in tre fasi in cui le materie plastiche vengono pulite con processi ad alta temperatura, a gas e chimici. Secondo i ricercatori, questo processo ridurrebbe i livelli di contaminazione chimica a quelli della plastica vergine.

Ridurre, riutilizzare e... riciclare?

Purtroppo, il riciclaggio della plastica da solo non risolve i nostri problemi e rappresenta un rischio per la salute altrettanto, se non più, della plastica normale.

Con il passare del tempo, la plastica si degrada, un processo che può durare migliaia di anni. Durante questo periodo, vengono rilasciate sostanze chimiche pericolose e microplastiche (plastiche di lunghezza inferiore a 5 mm). Abbiamo appena scoperto la presenza di microplastiche in i nostri oceani, in biberon per neonatie anche nel nostro sangue.

Ci sono enormi quantità di microplastiche ovunque e gli scienziati non sono ancora sicuri dei potenziali effetti sulla salute. Anche se è ragionevole pensare che le microplastiche non appartengano al nostro sangue.

Attualmente si stima che una persona media abbia consumato fino a una carte di credito di microplastiche ogni settimana. Con tutta la plastica che deve ancora degradarsi e con tutta la plastica che produrremo, questo numero è destinato a salire alle stelle.

Cosa posso fare?

La chiave per ridurre le quantità di inquinamento da plastica a cui siamo esposti noi e i nostri cari è ridurre la quantità di plastica che acquistiamo e utilizziamo. Può sembrare difficile; la plastica è ovunque e così comoda. La usiamo per tutto.

Tuttavia, bisogna pensare che l'umanità è sopravvissuta per millenni senza l'uso della plastica. Abbiamo il vetro, l'acciaio inossidabile, il lino e molti altri materiali che non inquinano e non mettono a rischio la nostra salute come la plastica.

VOI il consumatore può cambiare le cose. Prendendo decisioni informate sui prodotti che acquistate, sarete il cambiamento di cui abbiamo bisogno nel mondo. Ogni volta che sostituite un prodotto monouso in plastica con uno in vetro e acciaio inossidabile che vi durerà per tutta la vita, VOI sarà il cambiamento che il mondo ha bisogno di vedere, conducendo allo stesso tempo uno stile di vita più sano.

È importante abbandonare i prodotti di plastica. La plastica viene persino riciclata in abbigliamento ma, come abbiamo già detto, il riciclo della plastica non è la soluzione.

Se desiderate una guida più dettagliata per ridurre l'esposizione alle microplastiche nella vostra vita. Leggete il nostro consigli per evitare le microplastiche articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lasciate vuoto il campo sottostante!

Potrebbe piacerti anche